loader image

Trento – “SBLOCCA CANTIERI” – Novità legislative negli appalti di lavoro a livello Nazionale e Provinciale

| 02.07.2019 – TRENTO | ESNA SOA e ANCE Trento hanno organizzato un convegno di approfondimento normativo rivolto a tutti gli operatori di settore sull’impatto che la pubblicazione della Legge Nazionale “Sblocca Cantieri” n. 55 del 14 giugno 2019 ha apportato nel settore degli appalti di lavori e delle recenti novità nella legislazione delle Province Autonome di Trento e Bolzano.

È partito da Trento il Roadshow organizzato dal ESNA SOA S.p.A. – tra i primi Organismi di Attestazione a livello nazionale – e Ance Trento per illustrare a Imprese e Clienti del territorio le principali novità introdotto dalla Legge 14 giugno 2019 n. 55 che ha convertito, con modificazioni, il Decreto Legge “Sblocca Cantieri” n. 32 del 18 aprile 2019, apportando significative modifiche al Codice dei Contratti pubblici.

Analogamente, con l’intento di semplificare la normativa provinciale in materia di Appalti Pubblici, sono intervenute le Provincie autonome di Trento e di Bolzano, contribuendo all’ organizzazione di un convegno di approfondimento, dal taglio operativo e rivolto a tutti gli addetti del settore, che ha offerto un quadro generale delle modifiche apportate alla normativa evidenziando i vantaggi per gli operatori economici e introducendo alcuni spunti di riflessione sulle criticità già emerse.

 «Esna Soa – ha commentato in apertura dei lavori il Direttore Generale Pier Paolo Marson – sempre attenta alle modifiche normative che continuamente modellano il quadro competitivo del mercato degli appalti pubblici di lavori, ritiene fondamentale – e parte della propria mission – fornire i necessari aggiornamenti ai propri clienti, che ammontano a oltre 2.800 imprese dislocate su tutto il territorio nazionale.

Ultimi articoli ed eventi

Tags

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Notizie In Evidenza

Superbonus e attestazione SOA: ecco alcune FAQ

Giungono alla nostra Società svariate domande relative alla normativa introdotta con l’art. 10/bis della legge 51/2022 che prevede che i lavori privati che godono di